Voucher Crisi d’Impresa, Modena

150 Views

Domande dall’11 aprile 2022. Contributo a fondo perduto fino a 5.000 euro.

La Camera di Commercio di Modena, per favorire lo sviluppo della cultura di prevenzione della crisi d’impresa, contrastare le difficoltà economico-finanziarie delle micro piccole e medie imprese (di seguito MPMI) della provincia di Modena, concede contributi a fondo perduto per le spese sostenute per interventi mirati a sviluppare azioni di prevenzione e gestione del rischio di crisi aziendale. 

Beneficiari

Micro, piccola e media impresa

Requisiti

  • essere attive ed in regola con l’iscrizione al Registro delle Imprese della CCIAA di Modena; 
  • avere sede legale operativa e/o unità locale operativa nella provincia di Modena (saranno escluse le imprese con sede legale fuori provincia che abbiano in provincia di Modena esclusivamente unità locali presso le quali non sia stata denunciata al R.I. alcuna attività economica es. ufficio, magazzino, deposito, mostra); 
  • essere in regola con il pagamento del diritto annuale. Si precisa che non verrà considerato irregolare il diritto annuale non versato ma oggetto di possibile ravvedimento operoso ai sensi del art. 13 D. Lgs. 472/97; prima della liquidazione del contributo il diritto annuale dovrà comunque essere regolare 
  • non trovarsi in stato di liquidazione (anche volontaria), di fallimento, non aver presentato domanda di concordato o qualsiasi altra situazione equivalente secondo la normativa vigente;
  • non avere protesti a proprio carico; 
  • non avere subito condanne per delitti contro la pubblica amministrazione; 
  • trovarsi in situazione di regolarità contributiva nei confronti degli enti previdenziali, assistenziali ed assicurativi previsti (il DURC verrà richiesto sia in fase di istruttoria che in fase di rendicontazione);
  • essere in regola con le normative sulla salute e sicurezza sul lavoro di cui al D. Lgs. 9 aprile 2008, n. 81 e successive modificazioni e integrazioni; 
  • non avere forniture di servizi in essere con la Camera di Commercio di Modena ai sensi dell’art. 4, comma 6, del D.L. 95 del 6 luglio 2012, convertito nella L. 7 agosto 2012, n. 135.

Spese ammissibili

Sono ammissibili le spese sostenute dal 1/1/2022 fino al 120° giorno successivo alla data della Determinazione di approvazione della graduatoria delle domande ammesse per:

  • servizi di consulenza e/o corsi di formazione relativi al monitoraggio dell’equilibrio economico finanziario e degli assetti organizzativi;
  • adozione di strumenti di allerta, anticipazione e gestione delle crisi di impresa;
  • acquisto di strumenti software funzionali all’introduzione dei sistemi di monitoraggio dell’equilibrio economico finanziari, di allerta e gestione della crisi di impresa.

Importo minimo di investimento: euro 1.000,00.

Tutte le spese si intendono al netto dell’IVA, il cui computo non rientra nelle spese ammesse, ad eccezione del caso in cui il soggetto beneficiario ne sostenga il costo senza possibilità di recupero. 

Esclusioni

Sono in ogni caso escluse dalle spese ammissibili quelle per trasporto, vitto e alloggio, servizi di consulenza specialistica relativi alle ordinarie attività amministrative aziendali o commerciali, quali, a titolo esemplificativo, i servizi per l’acquisizione di certificazioni (es. ISO, EMAS, ecc.), software e servizi di consulenza in materia fiscale, contabile e legale non connessi alla prevenzione dello stato di crisi, d’insolvenza e di liquidazione delle imprese.

Fornitori

I fornitori di beni e servizi non possono essere soggetti beneficiari della presente agevolazione. Inoltre, i fornitori di beni e/o di servizi non possono essere in rapporto di controllo/collegamento con l’impresa beneficiaria – ai sensi dell’art. 2359 del Codice civile – e/o avere assetti proprietari sostanzialmente coincidenti 

Agevolazione

Contributo a fondo perduto nella misura del 70% delle spese sostenute ed ammissibili sino ad un massimo di euro 5.000.

Alle imprese in possesso del rating di legalità verrà riconosciuta una premialità di euro 250,00 nel limite del 100% delle spese ammissibili e nel rispetto dei pertinenti massimali de minimis 

L’agevolazione è concessa in base al regime “de minimis” e non è cumulabile con altri interventi agevolativi per gli stessi costi ammissibili.

Presentazione domande

Le domande possono essere presentate dall’ 11 aprile 2022 al 31 maggio 2022.