Via libera alla CIG, come presentare la domanda

366 Views

L’INPS, con messaggio n. 1321 del 23 marzo 2020 comunica l’apertura dei canali telematici da utilizzare per l’invio delle domande di cassa integrazione e assegno ordinario per tutte quelle imprese che hanno dovuto interrompere o ridurre l’attività a causa dell’emergenza sanitaria.

Le richieste possono essere presentate per i periodi dal 23 febbraio 2020 al 31 agosto 2020 e per una durata massima di 9 settimane. La domanda dovrà essere inviata entro la fine del quarto mese successivo a quello in cui l’attività è stata sospesa o ridotta.

I termini per la presentazione delle domande decorreranno dal 23 marzo per gli eventi di sospensione o interruzione che hanno avuto inizio nel periodo compreso fra il 23 febbraio e il 23 marzo mentre per gli eventi verificatisi dal 24 marzo in poi si considererà la data di inizio dell’evento.

La procedura (semplificata) non richiede alcuna prova da parte dell’impresa in ordine alla transitorietà dell’evento e alla ripresa dell’attività lavorativa. Non sarà nemmeno richiesta la dimostrazione della sussistenza del requisito di non imputabilità dell’evento stesso all’imprenditore o ai lavoratori.

Sarà infatti sufficiente indicare unicamente l’elenco dei lavoratori beneficiari.

La causale da indicare nella domanda è la seguente: “COVID-19 nazionale

Nei prossimi giorni seguirà una circolare dello stesso istituto in cui saranno indicate le modalità amministrative.