Telecamere sul posto di lavoro: possibile a determinate condizioni

8 Views

Sul tema della sorveglianza occulta nei luoghi di lavoro è intervenuta la Corte di Starsburgo la quale ammette la possibilità di un controllo dei lavoratori senza che essi ne siano a conoscenza solo a patto che tale controllo sia proporzionato e non eccedente.

Nel caso oggetto di sentenza infatti l’installazione di telecamere nascoste sul luogo di lavoro è stata ritenuta ammissibile solamente perché nel caso di specie vi erano fondati e ragionevoli sospetti di furti commessi dai lavoratori ai danni del patrimonio aziendale e non vi erano altri mezzi per poter raccogliere prove che smascherassero i responsabili degli illeciti. Inoltre, l’area oggetto di ripresa (peraltro aperta al pubblico) era alquanto circoscritta e le videocamere erano state in funzione per un periodo temporale limitato.  

La videosorveglianza occulta è, dunque, ammessa solo in quanto extrema ratio, e a fronte di gravi illeciti subiti. Inoltre, tali modalità di controllo devono essere limitate al tempo strettamente necessario a scoprire i trasgressori e riguardare solamente aree aziendali circoscritte.

Open chat