Stop ad adempimenti Inps e Inail

461 Views

Con la circolare n. 37 del 12 Marzo 2020, ha fornito le prime indicazioni operative in merito alla sospensione degli adempimenti e del versamento dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni e le malattie professionali, disposta con il DL 9/2020.

La sospensione ha come oggetto gli adempimenti ed i versamenti dei contributi previdenziali ed assistenziali e i premi per l’assicurazione obbligatoria le cui scadenze sono comprese tra il 24 febbraio è il 30 aprile.

La sospensione è applicabile unicamente agli oneri contributivi riferiti alle attività svolte nelle zone colpite dall’emergenza epidemiologica. Le aziende private con dipendenti e i committenti possono usufruire delle agevolazioni contributive soltanto in relazione ai lavoratori che operino nelle sedi ubicate nelle zone colpite dall’emergenza in trattazione.

Nei casi di aziende autorizzate all’accentramento degli adempimenti contributivi, la sospensione riguarda esclusivamente i contributi riferiti alle unità produttive, cantieri e/o filiali ubicate nei territori di cui al predetto allegato.
Per i lavoratori autonomi iscritti alla Gestione agricola e alle Gestioni speciali degli artigiani e dei commercianti, compresi i professionisti obbligati alla Gestione separata, nel periodo di sospensione non sono previste scadenze di versamento riferite alla contribuzione corrente.

Destinatari della sospensione in commento sono i soggetti rientranti nelle seguenti categorie:
• i datori di lavoro privati (anche datori di lavoro domestico, aziende del settore agricolo, aziende con natura giuridica privata con dipendenti iscritti alla Gestione pubblica);
• i lavoratori autonomi (artigiani, commercianti, agricoli);
• i committenti e i liberi professionisti obbligati alla Gestione separata.

La sospensione riguarda anche:

• imprese turistico-ricettive
• le agenzie di viaggio e turismo
• i tour operator che hanno il domicilio fiscale, la sede legale o la sede operativa nelle aree indicate
che hanno il domicilio fiscale, la sede legale o la sede operativa nelle aree indicate.

In riferimento alla sospensione contributiva prevista per le imprese turistico-ricettive, agenzie di viaggio e turismo e tour operator (art. 8 DL 9/2020, art. 1 DM 24.2.2020), si ricorda che la stessa opera per il periodo 2.3.2020 – 30.4.2020 e interessa i soggetti regolarmente iscritti alle diverse gestioni ed operanti alla data del 2 marzo 2020 nel territorio nazionale.

La sospensione riguarda inoltre:
– i versamenti relativi ai piani di ammortamento emessi sulle dilazioni già concesse dall’INPS;
– la decadenza ex art. 7, c. 3, del D.lgs. 148/2015, qualora il relativo termine scada durante il periodo di sospensione.

La ripresa dei versamenti può avvenire anche con una soluzione a rate, fino ad un massimo di cinque rate mensili dello stesso importo, senza applicazione di sanzioni e interessi, a partire da maggio 2020.

Leggi a circolare per scoprire tutti i dettagli:https://www.conflavoro.re.it/wp-content/uploads/2020/03/Circolare-numero-37-del-12-03-2020.pdf