Cos’è?

SPID è il sistema di autenticazione che permette a cittadini ed imprese di accedere ai servizi online della pubblica amministrazione e dei privati aderenti con un’identità digitale unica.

L’identità SPID è costituita da credenziali (nome utente e password) che vengono rilasciate all’utente e che permettono l’accesso a tutti i servizi online.

Esistono 3 livelli di SPID che possiedono ciascuno livelli differenti di sicurezza e diverse funzioni:

Il primo livello:

  • permette di accedere ai servizi online attraverso un nome utente e una password scelti dall’utente
  • è necessario per i servizi che richiedono un grado di sicurezza minimo in quanto laddove vi dovesse essere un indebito utilizzo dell’identità digitale la conseguenza negativa per cittadini e imprese è di lieve entità

Il secondo livello:

  • permette l’accesso attraverso un nome utente e una password scelti dall’utente, più la generazione di un codice temporaneo di accesso (one time password)
  • è necessario per servizi che richiedono un grado di sicurezza maggiore in cui l’indebito utilizzo dell’identità digitale ha quale conseguenza un danno consistente per cittadini e imprese

Il terzo livello:

  • prevede un sistema di autenticazione informatica basata su certificati digitali le cui chiavi private sono custodite su dispositivi sicuri pertanto oltre al nome utente e la password, richiede un supporto fisico (es. smart card) per l’identificazione
  • è necessario per i servizi in cui laddove via sia un indebito utilizzo dell’identità digitale le conseguenze per cittadini e imprese comportano un danno serio e grave

A cosa serve SPID?

SPID è necessario per accedere ai servizi della PA e dei privati aderenti ed interagire con gli stessi (es. inviare richieste, caricare informazioni, ricevere comunicazioni ecc…).

Con l’identità digitale sarà possibile ad esempio:

  • accedere a INPS, INAIL, Agenzia delle Entrate, Fascicolo Sanitario Elettronico, Anagrafe, Servizi Scuola, Servizi Lavoro, portali ministeriali, portali del cittadino ecc…)
  • fruire di differenti servizi tra cui: consultare il proprio cassetto fiscale, prenotare una visita medica, richiedere i bonus del governo, presentare un domanda di contributo a fondo perduto, partecipare a concorsi, inoltrare una richiesta telematica alla PA ecc…).

Chi può richiedere SPID?

  • Persone Fisiche

SPID può essere richiesto da tutti i cittadini italiani che abbiano compiuto il 18°anno di età.

  • Persone Giuridiche

Ad oggi il responsabile legale della società può richiedere e utilizzare l’identità digitale per accedere e utilizzare i servizi online dedicati all’impresa.

Le credenziali SPID per persona giuridica possono essere richieste solo dal legale rappresentante di un’azienda, o da chi ha poteri per agire per conto della persona giuridica.

Con le credenziali ad uso professionale che identificano unicamente la persona giuridica è possibile autorizzare credenziali SPID ad uso professionale per i dipendenti che operano per conto dell’azienda.

Tali credenziali contengono i dati della persona fisica associati a quelli della persona giuridica; non costituiscono prova dei poteri di rappresentanza di una persona giuridica dei quali una persona fisica è eventualmente in possesso né la qualifica di professionista.

Come ottenere SPID?

Chi desidera ottenere SPID deve presentarsi personalmente e previo appuntamento, presso la nostra sede munito di:

  • documento d’identità valido
  • tessera sanitaria
  • indirizzo di posta elettronica
  • cellulare
  • CNS e/o Firma Digitale
  • Visura Camerale (per le sole persone giuridiche)
  • Dati anagrafici, documento d’identità e tessera sanitaria di eventuali soggetti che si intendo autorizzare (per le sole persone giuridiche che intendono autorizzare dipendenti)

Alcune precisazioni

L’attivazione dello SPID con riconoscimento immediato è possibile unicamente per i soggetti muniti di Carta d’identità Elettronica (CIE), Carta Nazionale dei Servizi (CNS) o Firma Digitale.

Per poter completare l’attivazione dello SPID l’interessato dovrà poter accedere durante la fase di registrazione al proprio cellulare e al proprio indirizzo di posta elettronica.

Nel caso in cui si possieda la CIE occorre essere muniti del PIN. Il PIN viene rilasciato per le prime 4 cifre dall’ente che ha rilasciato la CIE al momento del rilascio stesso, mentre le ulteriori 4 cifre vengono inviate a mezzo posta all’indirizzo di residenza.

In alcuni casi la tessera sanitaria può essere abilitata come CNS. In tal caso essa sarà dotata di un PIN che viene rilasciato dagli sportelli abilitati della Regione di riferimento in fase di attivazione della TS-CNS.

Prenota il tuo Appuntamento, scegli il giorno e l’ora che preferisci fra quelli qui disponibili ↓

Open chat