Romagna: Formazione e Lavoro

293 Views

Domande dal 1 luglio 2021. Contributo a fondo perduto pari al 50% delle spese.

La Camera di commercio della Romagna – Forlì-Cesena e Rimini con delibera della Giunta n. 50 del 27 maggio 2021, assegna contributi per lo sviluppo delle competenze più richieste dalle aziende del proprio territorio e per promuovere modelli di business delle imprese innovativi, inclusivi e responsabili per una maggiore competitività, anche a livello internazionale, mediante l’inserimento di nuove figure, anche high skill.

Beneficiari

Possono presentare domanda di contributo Imprese che, alla data di presentazione della domanda e fino alla concessione dell’aiuto:

  • siano Micro o Piccole o Medie imprese come definite dal regolamento UE;
  • abbiano sede legale e/o unità locali nelle province di Forlì-Cesena e Rimini
  • siano attive e in regola con l’iscrizione al Registro delle Imprese;
  • siano in regola con il pagamento del diritto annuale;
  • non siano in stato di fallimento, liquidazione (anche volontaria), amministrazione controllata, concordato preventivo o in qualsiasi altra situazione equivalente secondo la normativa vigente;
  • abbiano assolto gli obblighi contributivi e siano in regola con le normative sulla salute e sicurezza sul lavoro;
  • non abbiano forniture in essere con la Camera di commercio.
  • siano iscritte nel Registro nazionale alternanza scuola (solo per Linea C) 

Ogni impresa può presentare una sola richiesta di contributo anche se comprensiva di più linee

Interventi Ammissibili

LINEA A “INSERIMENTO IN AZIENDA DI RISORSE UMANE FUNZIONALI AL RILANCIO PRODUTTIVO”


Progetti per l’inserimento di figure professionali con l’obiettivo di innovare l’organizzazione dell’impresa e del lavoro. 

Si intendono: contributi per tirocini extracurriculari, contratti di apprendistato o assunzioni a tempo determinato della durata di almeno 3 mesi ovvero a tempo indeterminato con l’obiettivo di innovare la gestione del lavoro e gli stessi processi aziendali attraverso l’inserimento di nuove competenze legate alle seguenti tematiche

  • digitalizzazione d’impresa
  • innovazione di processo o di prodotto
  • economia circolare, sostenibilità ambientale e sociale (Responsabilità sociale d’impresa) 
  • sviluppo di modelli organizzativi innovativi
  • internazionalizzazione e penetrazione dei mercati stranieri
  • strategia aziendale per il miglioramento delle condizioni di salute e di sicurezza nei luoghi di lavoro
  • introduzione di nuove figure high skill per l’innovazione d’impresa. 

A tal fine dovrà essere prodotta adeguata documentazione sul progetto di sviluppo intrapreso nel quale è previsto l’inserimento delle figure professionali per le quali viene richiesto il contributo. 

LINEA B “FORMAZIONE DELLE COMPETENZE PRESSO LE IMPRESE PER LA RIPARTENZA E LA RESILIENZA”


B1. Formazione per la salute e la sicurezza.

Contributi per azioni di formazione e/o assistenza finalizzate alla crescita delle competenze in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro per il contrasto della diffusione del contagio da Covid-19. 

B2. Formazione per l’organizzazione del lavoro.

Contributi per azioni di formazione e/o assistenza professionale per la crescita delle competenze in tema di smart working e altre forme di remote working, nuovi modelli di organizzazione del lavoro e di benessere organizzativo.

B3. Formazione per le competenze strategiche. 

Contributi per azioni di formazione e/o assistenza professionale per la crescita delle competenze strategiche post emergenza in ambito digitale, linguistico, in tema di economia circolare, sostenibilità ambientale, responsabilità sociale d’impresa, di organizzazione del lavoro, finanza strategica d’impresa, nonché per lo sviluppo di nuovi prodotti turistici o culturali sostenibili. 

A tal fine dovrà essere prodotta adeguata documentazione sul progetto di sviluppo intrapreso. 

LINEA C “REALIZZAZIONE DI PERCORSI PER LE COMPETENZE TRASVERSALI E L’ORIENTAMENTO”


Realizzazione di Percorsi per le Competenze Trasversali e per l’Orientamento (PCTO) effettuati nel periodo compreso dall’01/01/2021 al 30/9/2021, con durata minima di 70 ore svolte nel corso del predetto periodo, delle quali almeno il 50% in presenza presso l’impresa. 

Tali percorsi devono essere intrapresi da studenti della scuola secondaria di secondo grado e dell’istruzione e formazione professionale (IeFP), sulla base di convenzioni stipulate tra istituto scolastico/IFP e soggetto ospitante, presso la sede legale e/o operativa dell’impresa sita nelle province di Forlì-Cesena e Rimini. 

Spese Ammissibili

Linea A: tirocini extracurriculari, contratti di apprendistato, assunzioni a tempo determinato/indeterminato sottoscritti a partire dall’1/1/2021 e della durata di almeno tre mesi per i contratti a termine a titolo oneroso;

Linea B: servizi di assistenza e/o formazione professionale coerente con le finalità del bando.

Linea C: viene attribuito, in presenza delle condizioni descritte dal bando, un contributo a forfait nella misura indicata dal bando stesso.

I costi ammissibili devono riguardare interventi presso la sede o le unità locali ubicate nelle province di Forlì-Cesena o Rimini.

Tutte le spese (al netto di Iva) devono essere inerenti a oneri di competenza dell’anno 2021 e documentate da fatture emesse a partire dall’01/01/2021 al 30/11/2021, nonchè regolarmente pagate e quietanzate entro la data di trasmissione della rendicontazione.

Per la linea B la spesa minima ammissibile è pari ad € 1.000,00.

Agevolazione

I contributi avranno un importo unitario massimo di:

  •  3.000,00 euro per la Linee A o B, elevabile di ulteriori 200,00 euro – forfettari- in caso di inserimento in azienda tramite contratto di apprendistato di persona/e diversamente abile/i certificata/e ai sensi della Legge 104/92.
  • euro 700,00 per la Linea C, elevabile di ulteriori 100,00 euro  – forfettari- in caso di inserimento in azienda di studente/i diversamente abile/i certificato/i ai sensi della Legge 104/92

Per la linea A i contributi saranno assegnati come riportato dalla tabella. 

modal-hover-opacity

Per la linea B il contributo è pari al 50% delle spese sostenute sarà assegnato alle imprese che, sia in fase di presentazione dell’istanza che in fase di rendicontazione, avranno sostenuto spese non inferiori a euro 1.000,00.

Il contributo della Linea C è pari a euro 700,00 una tantum, a prescindere dal numero di studenti ospitati, elevabile di ulteriori 100,00 euro in caso di inserimento in azienda di studente/i diversamente abile/i certificato/i ai sensi della Legge 104/92 . 

Alle imprese in possesso del rating di legalità verrà riconosciuta una premialità di euro 250,00 nel rispetto dei pertinenti massimali de minimis.

Cumulo

Gli aiuti di cui al presente Bando sono cumulabili, per gli stessi costi ammissibili:


a) con altri aiuti in regime de minimis fino al massimale de minimis pertinente;
b) con aiuti in esenzione o autorizzati dalla Commissione nel rispetto dei massimali previsti dal regolamento di esenzione applicabile o da una decisione di autorizzazione.

Sono inoltre cumulabili con aiuti senza costi ammissibili. 

Presentazione domande

La domanda di partecipazione deve essere presentata esclusivamente in modalità telematica dal 1 luglio 2021 ed entro il 15 settembre 2021, salvo chiusura anticipata per esaurimento fondi.

Le domande verranno esaminate sulla base di unaprocedura valutativa a sportello.