Ristori Imprese Bassa Romagna

452 Views

Domande entro l’8 ottobre 2021. Contributo a fondo perduto fino a 4.000 euro.

L’Unione dei Comuni della Bassa Romagna, in accordo con il Tavolo locale dell’Imprenditoria, intende sostenere con un contributo straordinario, una tantum, le imprese operanti nel territorio dell’Unione che sono state direttamente interessate dalle misure restrittive connesse all’emergenza epidemiologica e che hanno subito significativi effetti negativi diretti e indiretti

Beneficiari

MICRO, PICCOLE E MEDIE IMPRESE, aventi qualsiasi forma giuridica, in possesso dei seguenti requisiti:

  • regolarmente costituite e iscritte in camera di commercio alla data del 31/12/2020attive alla data di apertura del presente bando e con attività non cessata alla data del provvedimento di liquidazione del contributo;
  • esercitare in via primaria una delle attività censite con i codici ATECO contenuti nell’allegato 1 consultabile qui (per le attività agrituristiche il codice ATECO di riferimento potrà anche essere secondario). Le imprese classificate con ATECO antecedente al 2007 o, comunque non aggiornato, che pur svolgono attività riconducibili a quelle ricomprese nell’allegato 1, ma il cui codice ATECO non compare tra quelli in elenco, possono presentare la domanda di accesso ai contributi. In fase istruttoria sarà valutata l’ammissibilità dell’istanza stessa.
  • avere una o più unità locali aperte al pubblico all’interno dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna, con esclusione delle unità locali qualificate come magazzino o deposito, conformemente a quanto riportato nella visura del Registro delle imprese. Per le imprese che operano nell’ambito di fiere, mercati, posteggi isolati, chioschi all’interno dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna, oltre alla sede legale all’interno dell’Unione, l’impresa richiedente deve essere titolare di una concessione almeno “decennale”;
  • non avere debiti di qualsiasi natura nei confronti dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna e/o dei Comuni aderenti (compresi i tributi locali), alla data di presentazione della domanda;

Agevolazione

Il contributo a fondo perduto una tantum sarà definito ripartendo le risorse stanziate per il numero delle domande ammissibili pervenute sino ad un massimo di € 4.000 a richiedente.

La misura temporanea di aiuto prevista nel presente Bando può essere cumulata con i regimi di aiuti ordinari consentiti, purché siano rispettate le regole di cumulo previste.

Presentazione domande

Le domande potranno essere presentate esclusivamente in modalità telematica entro l’8 ottobre 2021.

Sarà necessario essere in possesso di SPID e/o CNS.

Ciascuna impresa può presentare una sola domanda, indipendentemente dal numero di unità operative, sedi locali, agenzie o filiali