Ristori Covid Attività Chiuse

256 Views

Bando in apertura. Ristoro una tantum fino a 25.000 euro con tetto minimo pari ad euro 3.000.

In arrivo nuovi contributi a fondo perduto previsti dal Decreto Sostegni bis per le attività economiche chiuse a causa a delle limitazioni imposte per far fronte alla pandemia da Covid-19.

Beneficiari

Elenco delle attività con diritto al sostegno economico, se rimaste chiuse per un periodo complessivo di almeno cento giorni (anche non continuativo) nel periodo tra il 1° gennaio 2021 e il 23 luglio 2021 e che al 23 luglio 2021 risultano svolgere tale attività in modo prevalente:

  • 47.78.31 – Commercio al dettaglio di oggetti d’arte (incluse le gallerie d’arte)
  • 49.39.01 – Gestioni di funicolari, ski-lift e seggiovie se non facenti parte dei sistemi di transito urbano o suburbano
  • 56.21.00 – Catering per eventi, banqueting
  • 59.14.00 – Attività di proiezione cinematografica
  • 79.90.11 – Servizi di biglietteria per eventi teatrali, sportivi ed altri eventi ricreativi e d’intrattenimento
  • 82.30.00 – Organizzazione di convegni e fiere
  • 85.51.00 – Corsi sportivi e ricreativi
  • 90.04.00 – Gestione di teatri, sale da concerto e altre strutture artistiche
  • 91.02.00 – Attività di musei
  • 91.03.00 – Gestione di luoghi e monumenti storici e attrazioni simili
  • 92.00.02 – Gestione di apparecchi che consentono vincite in denaro funzionanti a moneta o a gettone
  • 92.00.09 – Altre attività connesse con le lotterie e le scommesse
  • 93.11.10 – Gestione di stadi
  • 93.11.20 – Gestione di piscine
  • 93.11.30 – Gestione di impianti sportivi polivalenti
  • 93.11.90 – Gestione di altri impianti sportivi nca
  • 93.13 – Gestione di palestre
  • 93.21 – Parchi di divertimento e parchi tematici
  • 93.29.10 – Discoteche, sale da ballo night-club e simili 
  • 93.29.30 – Sale giochi e biliardi
  • 93.29.90 – Altre attività di intrattenimento e di divertimento nca
  • 96.04 – Servizi dei centri per il benessere fisico
  • 96.09.05 – Organizzazione di feste e cerimonie

Requisiti

Per  beneficiare degli aiuti, alla data di presentazione dell’istanza i potenziali beneficiari devono:

  • essere titolari di partiva IVA
  • residenti o stabiliti in Italia 
  • non risultare già in difficoltà al 31 dicembre 2019

Agevolazione

Contributo minimo concesso: euro 3.000

  • Contributo fino a 25.000 euro per Discoteche e Sale da ballo
  • Contributo fino a 12.000 euro per le altre attività ammesse (palestre, impianti sportivi, parchi tematici, eventi teatrali e cinematografici, cultura e arte, fiere e cerimonie)

Il contributo varia in base ai ricavi e compensi certificati nell’anno di imposta 2019. 

Il contributo è calcolato applicando aliquote in base alle diverse fasce di ricavi e compensi ma è erogato in funzione delle risorse disponibili e delle richieste che perverranno e ritenute ammissibili (ma non si scenderà sotto i 3mila euro). 

Il contributo massimo previsto è il seguente:

  •  3mila euro per i soggetti con ricavi o compensi fino 400mila euro;
  •  7.500 euro con ricavi o compensi tra 400mila euro a un milione di euro;
  •  12mila euro con ricavi o compensi oltre un milione di euro;
  • per chi non aveva redditi 2019, contributo minimo di 3mila euro.

Presentazione domande

Le domande potranno essere presentate esclusivamente in via telematica. 

Ulteriori dettagli, termini e modalità di inoltro delle domande saranno definite con provvedimento dell’Agenzia dell’Entrate in pubblicazione a breve.