Reverse charge per il contrasto alla somministrazione illecita di manodopera

8 Views

Il nuovo decreto fiscale all’articolo 17, comma sesto, del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633 estende il regime di reverse charge alle prestazioni di servizi effettuate tramite contratti di appalto, subappalto, affidamento a soggetti consorziati o rapporti negoziali comunque denominati  caratterizzati dal prevalente utilizzo di manodopera presse le sedi di attività del committente con l’utilizzo di beni strumentali di proprietà di quest’ultimo o ad esso riconducibili in qualsiasi forma.

Sono escluse dall’applicazione del reverse charge tutte le operazioni effettuate nei confronti di pubbliche amministrazioni e altri enti e società rientranti nello split payement ed alle agenzie per il lavoro.

L’efficacia della nuova disposizione è subordinata al rilascio dell’autorizzazione da parte del Consiglio UE ai sensi dell’art. 395, Direttiva n. 2006/112/CE.

Open chat