Privacy: prime indiscrezioni sul decreto di armonizzazione

1 View

Nella bozza di decreto legislativo che deve armonizzare il regolamento europeo con l’attuale legislazione vengono accantonate le sanzioni penali a favore di un sensibile inasprimento delle sanzioni amministrative.

Restano le sanzioni penali per fattispecie minori, come le false dichiarazioni e notificazioni al Garante (articolo 168 del codice), mentre sparisce l’articolo 167 (trattamento illecito dei dati).

Il decreto dovrà ricevere il parere delle commissioni parlamentari e quello del Garante, per poi ritornare a Palazzo Chigi per l’approvazione definitiva. Un iter che, se tutto va liscio, si concluderà proprio a ridosso del 25 maggio.

Il Garante ha però assicurato che ci sarà un periodo di grazia, a condizione che non si registrino gravi inadempienze, per tutto il 2018.