Premio Unico Nuove Imprese (START-UP)

701 Views

Domande fino al 31/05/2022. Contributo per l’avviamento di 20.000 euro.

Risorse disponibili: € 520.000

Beneficiari

  • persone fisiche che avviano o sono già titolari di una impresa individuale nei settori extra-agricoli;
  • persone fisiche che assumono o possiedono già la responsabilità civile e fiscale di società di persone nei settori extra-agricoli.

Territorio di riferimento: GAL Modena-Reggio

Area Leader Provincia di Reggio Emilia 

Comuni ammessi: 

Baiso, Canossa, Carpineti, Casina, Castelnovo Ne’ Monti, Toano, Ventasso, Vetto, Viano, Villa Minozzo. 

Area Leader Provincia di Modena 

Comuni ammessi: 

Fanano, Fiumalbo, Frassinoro, Guiglia, Lama Mocogno, Marano sul Panaro, Montecreto, Montefiorino, Montese, Palagano, Pavullo nel Frignano, Pievepelago, Polinago, Prignano sulla Secchia, Riolunato, Serramazzoni, Sestola, Zocca. 

Interventi ammissibili

Avvio di nuova impresa 

L’inizio del processo di avviamento dell’attività imprenditoriale è identificato nel momento di apertura della partita IVA e di iscrizione presso la Camera di Commercio comeptente per territorio, che non devono essere antecedenti rispetto alla data di presentazione della domanda di sostegno.

Integrazione nuova attività in imprese già esistenti 

Per nuova attività rispetto a quella già esercitata si intende attività economica mai praticata prima della domanda di sostegno, codificata da un nuovo codice Ateco, rispetto a quello già svolto

Spese ammissibili

  • costi di predisposizione e realizzazione del progetto (investimenti specifici legati allo sviluppo del progetto quali consulenze e spese per materiale); 
  • costi di informazione e comunicazione (quali pubblicazioni, acquisti di spazi pubblicitari e pubbliredazionali su riviste e carta stampata, acquisto spazi e servizi a carattere radiotelevisivo); 
  • realizzazione siti web (max. € 2.000,00); 
  • acquisizione di hardware o software (comprese eventuali configurazioni personalizzate) nel limite max. del 20% dell’importo del premio purché funzionali e riconducibili all’attività avviata; 
  • investimenti immateriali quali: acquisizione di licenze relative a diritti della proprietà intellettuale (max. 10% della spesa)
  • costruzione/ristrutturazione immobili produttivi, eccetto la manutenzione ordinaria. 
  • nuovi canoni di affitto, locazione e/o dei ratei del mutuo computati limitatamente a quelli effettivamente pagati nel periodo di vigenza del PSA 
  • rate di eventuali contratti di leasing finanziario pagati nel periodo di vigenza del PSA
  • macchinari, attrezzature funzionali al processo di sviluppo aziendale, impianti di lavorazione/trasformazione dei prodotti aziendali che non siano, in entrata ed uscita, produzioni di cui all’allegato 1 del Trattato che istituisce la Comunità Europea; 
  • investimenti funzionali alla vendita delle produzioni aziendali. 

Spesa minima ammissibile: € 20.000

Agevolazione

Contributo a fondo perduto in forma di premio unico pari ad € 20.000

L’aiuto non è cumulabile con nessuna altra sovvenzione a qualsiasi titolo concessa per la realizzazione del progetto di sviluppo. 

Presentazione delle domande

Le domande potranno essere presentate dal 27/12/2021 al 31/05/2022.