Parma: Bando per la concessione di contributi a fondo perduto per interventi di qualificazione e sviluppo dell’offerta commerciale, turistica e ricettiva

1 View

Nel quadro delle iniziative legate a “Parma City of Gastronomy” e a “Parma Capitale della Cultura 2020”, la Camera di commercio di Parma intende intervenire a supporto delle imprese della provincia operanti nel settore dell’accoglienza turistica, dei pubblici esercizi e del commercio alimentare al dettaglio, in un’ottica di marketing territoriale, al fine di valorizzare la vocazione agro-alimentare e gastronomica del territorio, nonché di migliorarne in generale le potenzialità attrattive.

SOGGETTI BENEFICIARI

Possono presentare domanda di contributo:

– le microimprese, le piccole e le medie imprese, così come definite dall’Allegato I al Regolamento n. 651/2014/UE della Commissione Europea che svolgono un’attività classificata con il seguente codice ATECO 2007 (si fa riferimento al codice ATECO – attività principale indicata in visura camerale alla data di presentazione della domanda – ad eccezione delle imprese agrituristiche per le quali potrà essere riferibile all’attività secondaria): 55 “Alloggio” e relative sottoclassificazioni;

– le microimprese e le piccole imprese, così come definite dall’Allegato I al Regolamento n. 651/2014/UE della Commissione Europea che svolgono un’attività classificata con i seguenti codici ATECO 2007 (si fa riferimento al codice ATECO – attività principale indicata in visura camerale alla data di presentazione della domanda – ad eccezione delle imprese agrituristiche per le quali potrà essere riferibile all’attività secondaria):

  • 56.10.1 “Ristorazione con somministrazione; ristorazione connessa alle aziende agricole” e relative sottoclassificazioni;
  • 56.10.2 “Ristorazione senza somministrazione con preparazione di cibi da asporto” e relative sottoclassificazioni;
  • 56.10.3 “Gelaterie e pasticcerie” e relative sottoclassificazioni;
  • 56.3 “Bar e altri esercizi simili senza cucina” e relative sotto classificazioni;
  • 47.2 “Commercio al dettaglio di prodotti alimentari, bevande e tabacco in esercizi specializzati” e relative sottoclassificazioni (ad eccezione della classe 47.26 “commercio al dettaglio di prodotti del tabacco”).
  • 47.11.4 “Minimercati ed altri esercizi non specializzati di alimentari vari” e relative sottoclassificazioni (a condizione che l’attività di vendita si riferisca esclusivamente a prodotti alimentari).

INTERVENTI AMMESSI A CONTRIBUTO

La misura promuove la realizzazione di interventi finalizzati al miglioramento qualitativo delle strutture ricettive alberghiere ed extra-alberghiere, del sistema della ricettività (ristoranti e bar), nonché delle strutture adibite al commercio alimentare al dettaglio, sia a livello strutturale che dei servizi offerti per:

  • il miglioramento qualitativo delle strutture;
  • l’innalzamento del livello di visibilità e di attrattività per il turista;
  • l’introduzione stabile di strutture di servizio atte a valorizzare la conoscenza e l’apprezzamento dei prodotti alimentari dop, igp e tradizionali e in generale della enogastronomia tipica del territorio parmense.

Sono ammissibili le spese, riconducibili agli interventi di cui sopra, sostenute (data fattura) a partire dal 1 marzo 2018.

Tutti i beni acquistati dovranno essere di nuova fabbricazione e installati o utilizzati in unità locali site in provincia di Parma.

Gli interventi ammessi a contributo potranno essere riconducibili a:

  • Opere edili e impiantistiche, funzionali all’ammodernamento, ristrutturazione o riqualificazione dei locali e delle strutture di servizio e all’ampliamento e ristrutturazione di spazi comuni, pertinenziali e funzionali all’attività.
  • Arredi funzionali all’attività dell’impresa, ivi comprese palestre, piscine, saune, SPA e zone benessere, anche finalizzate all’innalzamento della classificazione alberghiera. (esclusi i beni facilmente deperibili quali biancheria da tavola, biancheria da bagno, biancheria da letto, stoviglie, ecc.);
  • Attrezzature e strumenti tecnologici per il miglioramento delle modalità di gestione delle strutture e dei servizi offerti;
  • Impianti e tecnologia per l’installazione di reti wi-fi gratuite a disposizione degli ospiti e clienti;
  • Installazione di sistemi antifurto, antirapina (compresi centraline, sensori volumetrici, dispositivi di protezione perimetrale e telecamere di videosorveglianza) per la sicurezza dei locali in cui sono esercitate le attività d’impresa;
  • Realizzazione di progetti innovativi di comunicazione e promozione; introduzione di strumenti di web marketing e di e-commerce.

ENTITA’ DEL CONTRIBUTO

Contributo 40%, fino ad un max 10.000 euro. Spesa minima ammissibile 10.000 euro.

ISTRUTTORIA E CONCESSIONE DEL CONTRIBUTO

Le domande di contributo potranno essere presentate dal 4 luglio, fino al 2 agosto. I contributi saranno concessi sulla base di una procedura valutativa a graduatoria, secondo il punteggio assegnato al progetto da un apposito nucleo di valutazione.

REGIME DE MINIMIS

I contributi alle imprese si intendono concessi in regime de minimis ai sensi del Regolamento UE n. 1407 della Commissione del 18 dicembre 2013, relativo all’applicazione degli artt. 107 e 108 del Trattato sul funzionamento dell’Unione Europea agli aiuti d’importanza minore.