Parma: Bando di concessione di contributi tramite voucher per servizi di consulenza e formazione sulle tecnologie impresa 4.0

664 Views

La Camera di commercio di Parma, con deliberazione di Giunta n. 38 dell 11/04/2018, ha approvato il progetto “Punto Impresa Digitale” (PID), al fine di promuovere la diffusione della cultura e della pratica digitale nelle micro, piccole e medie imprese (da ora in avanti MPMI), di tutti i settori economici attraverso:

  1. la diffusione della “cultura digitale” tra le MPMI (Micro, Piccole e Medie Imprese) della circoscrizione territoriale camerale;
  2. l’innalzamento della consapevolezza delle imprese sulle soluzioni possibili offerte dal digitale e sui loro benefici;
  3. il sostegno economico alle iniziative di digitalizzazione in ottica Impresa 4.0 implementate dalle aziende del territorio in parallelo con i servizi offerti dai costituendi PID.

SOGGETTI BENEFICIARI

Possono beneficiare delle agevolazioni di cui al presente Bando le microimprese, le piccole imprese e le medie imprese come definite dall’Allegato I al Regolamento n. 651/2014/UE della Commissione europea, aventi sede operativa (escluso magazzino o deposito) nella provincia di Parma.

INTERVENTI AMMESSI A CONTRIBUTO

Con il presente Bando, si intende finanziare, tramite l’utilizzo di contributi a fondo perduto (voucher) l’acquisto di servizi di formazione e consulenza finalizzati all’introduzione delle tecnologie di cui sotto, presentati da singole imprese.

Gli ambiti tecnologici di innovazione digitale I4.0 ricompresi nel presente Bando sono:

Elenco 1: utilizzo delle tecnologie di cui agli allegati A e B della legge 11 dicembre 2016, n. 232 e s.m.i. inclusa la pianificazione o progettazione dei relativi interventi e, specificamente:

  • soluzioni per la manifattura avanzata;
  • manifattura additiva;
  • realtà aumentata e virtual reality;
  • simulazione;
  • integrazione verticale e orizzontale;
  • IIoT (Industrial internet of Things) e IoT;
  • cloud;
  • cybersecurity e business continuity;
  • big data e analytics.

Elenco 2: utilizzo di altre tecnologie digitali propedeutiche o complementari a quelle previste al precedente Elenco 1, limitatamente ai servizi di consulenza:

  • sistemi di e-commerce;
  • sistemi di pagamento mobile e/o via Internet;
  • sistemi EDI – electronic data interchange;
  • geolocalizzazione;
  • sistemi informativi e gestionali (ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM, etc.);
  • tecnologie per l’in-store customer experience;
  • RFID, barcode, sistemi di tracking;
  • system integration applicata all’automazione dei processi.

ENTITA’ DEL CONTRIBUTO

Il contributo viene corrisposto nella misura del 60% dei costi ammissibili ed effettivamente sostenuti, fino ad un massimo di euro 7.000.

Non saranno ammesse le domande il cui importo complessivo delle spese preventivate e/o rendicontate sia inferiore a euro 2.000,00.

ISTRUTTORIA E CONCESSIONE DEL CONTRIBUTO
Le domande di contributo potranno essere presentate dal 27 giugno, fino al 31 luglio. Le istanze saranno esaminate

e accolte secondo l’ordine cronologico di arrivo.

REGIME DE MINIMIS

I contributi alle imprese si intendono concessi in regime de minimis ai sensi del Regolamento UE n. 1407 della Commissione del 18 dicembre 2013, relativo all’applicazione degli artt. 107 e 108 del Trattato sul funzionamento dell’Unione Europea agli aiuti d’importanza minore