Indennizzi per danni biologici, le novità della tabella Inail

18 Views

Tra le novità più rilevanti, una tabella unica per superare le differenze di genere negli indennizzi

Unasf Conflavoro Pmi ricorda che l’Inail ha aggiornato la tabella per il calcolo dell’indennizzo spettante in caso di danno biologico accertato con invalidità compresa tra il 6% e il 15%, con il via libera della Corte dei Conti arrivato nelle scorse settimane.

La nuova ‘Tabella indennizzo danno biologico in capitale’ è stata approvata con la determina 2/2019 firmata dal presidente Inail Massimo De Felice. Previsti 110 milioni di euro annui in più per infortuni e malattie professionali. Clicca qui per prendere visione della tabella.

Superate le differenze valutative tra uomo e donna

La novità più importante vede il superamento della distinzione di genere per il calcolo dell’indennizzo. Pertanto, adesso, esiste uno sola tabella con soltanto le classi di età e il grado di menomazione.

Importi non soggetti a Irpef

Ricordiamo, inoltre, che gli indennizzi del danno biologico in capitale (dal 6% al 15%) sono versati ai lavoratori in un’unica soluzione. Quando la menomazione dell’integrità psicofisica dell’infortunato o tecnopatico è uguale o superiore al 16%, invece, la prestazione economica è erogata in forma di rendita, soggetta a revisione entro 10 anni in caso di rendita da infortunio ed entro 15 in caso di rendita da malattia professionale. Entrambe le tipologie di indennizzo non sono soggette a tassazione Irpef.