Imprese Forestali

282 Views

Domande entro il 31 luglio. Contributo a fondo perduto del 60% fino a 60.000 euro.

Beneficiari 

  • Piccole o Micro Imprese Forestali e Agroforestali singole
  • Cooperative e i Consorzi Forestali costituiti ai sensi della L.R 30/1981 

in possesso di un codice ATECO primario o secondario tra i seguenti: 

A . AGRICOLTURA, SILVICOLTURA E PESCA
02 SILVICOLTURA ED UTILIZZO DI AREE FORESTALI 

· 02.1 Silvicoltura e altre attività forestali
· 02.2 Utilizzo di aree forestali
· 02.4 Servizi di supporto per la silvicoltura

Requisiti

I seguenti requisiti di ammissibilità devono essere posseduti alla data di presentazione della domanda:

  • essere micro o piccola impresa
  • avere una unità locale, in uno dei comuni dell’area GAL sotto indicati 
  • essere in attività
  • esercitare l’attività in forma di impresa 
  • risultare iscritta all’anagrafe regionale delle aziende agricole con posizione debitamente validata e fascicolo dematerializzato 
  • iscritte all’albo delle impresse forestali
  • avere una posizione previdenziale regolare (regolarità contributiva

Localizzazione

Area Leader Provincia di Reggio Emilia 

Comuni ammessi: Baiso, Canossa, Carpineti, Casina, Castelnovo Ne’ Monti, Toano, Ventasso, Vetto, Viano, Villa Minozzo.

Area Leader Provincia di Modena 

Comuni ammessi: Fanano, Fiumalbo, Frassinoro, Guiglia, Lama Mocogno, Marano sul Panaro, Montecreto, Montefiorino, Montese, Palagano, Pavullo nel Frignano, Pievepelago, Polinago, Prignano sulla Secchia, Riolunato, Serramazzoni, Sestola, Zocca. 

Spese Ammissibili

Spesa minima ammissibile € 20.000. 

Spesa massima ammissibile € 100.000

Gli investimenti e le relative spese devono essere avviati in data successiva a quella di presentazione della domanda.

Saranno ammissibili le spese per: 

  • macchinari e attrezzature per l’abbattimento e allestimento del legname comprese le attrezzature combinate polifuzionali; 
  • macchinari e attrezzature per l’esbosco del legname quali: verricelli forestali, escavatori forestali, gru a cavo, trattori forestali; 
  • macchinari e attrezzature strettamente connessi al primo trattamento e alla trasformazione della biomassa forestale; 
  • macchinari e attrezzature finalizzati alla commercializzazione della biomassa forestale macchine da pesa e confezionamento; 
  • realizzazione e/o miglioramento di strutture, nello specifico: 
    • rimesse per macchinari e attrezzature per l’attività forestale; 
    • locali per il “primo trattamento della biomassa forestale”; 
    • aree attrezzate per lo stoccaggio, il deposito e la movimentazione del legname e primo trattamento della biomassa 
  • spese generali e tecniche collegate all’esecuzione degli investimenti ammessi nella misura massima del 10%. 

Per “primo trattamento della biomassa forestale ” si intendono le operazioni di scortecciatura, depezzatura, segagione, cippatura, bricchettatura, pellettizzazione, stagionatura e essiccazione del legname, appuntatura di pali, trattamenti protettivi del legname, imballaggio del legname e del cippato, pellet e bricchetti ed altre operazioni, esclusa la trasformazione industriale 

I macchinari e le attrezzature dovranno essere adatti all’uso forestale come desumibile dalla documentazione tecnica fornita dal costruttore e nel caso di trattori, dovranno essere adeguati a quanto previsto dalle Linee Guida Inail consultabili <<qui>>.

Agevolazione

L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto pari al 60% delle spese sostenute e sino ad un contributo massimo di 60.000,00 euro.

Presentazione delle domande

Le domande di partecipazione al bando possono essere presentate entro il 31 luglio 2021 esclusivamente in modalità telematica e con firma digitale.

Istruttoria e assegnazione contributo

L’assegnazione del contributo avverrà con procedura valutativa.