Servizi di soccorso e salvamento, fino a 4.000 euro per gli stabilimenti balneari della Romagna

49 Views

La Regione Emilia-Romagna ha stanziato 1,5 milioni di euro per finanziare gli stabilimenti balneari che hanno dovuto adeguarsi e sottostare, ai fini del riavvio delle attività, alle misure (a titolo esemplificativo le misure sul distanziamento degli ombreggi, attrezzature di spiaggia, tavoli spese per garantire il divieto di assembramenti (stewart di spiaggia) e le operazioni di disinfezione etc.) e alle limitazioni stabilite in specifici protocolli regionali per la mitigazione del rischio covid-19 che sono state recepite nell’Ordinanza balneare straordinaria approvata con la Determinazione del Responsabile del Servizio Turismo, Commercio e Sport n. 8556/2020.

Nonostante questa difficile congiuntura economica i gestori degli stabilimenti balneari – come previsto dalla vigente Ordinanza balneare approvata con la Determinazione del Responsabile del Servizio Turismo, Commercio e Sport n. 4234/2019 e come confermato, per l’intero periodo di balneazione dal 23 maggio al 13 settembre 2020, dalla Ordinanza balneare straordinaria sopra citata – hanno dovuto attivare e debbono assicurare, nel rispetto delle misure anticovid previste, un efficiente servizio di soccorso e salvamentoche, se non prestato in proprio, può essere prestato anche in forma collettiva mediante l’elaborazione di un piano organico che preveda almeno tre postazioni di salvamento contigue, con la presenza obbligatoria di un pattino di salvamento presso ogni postazione. Tale servizio deve essere assicurato, inoltre, alle medesime condizioni di servizio e presidio previste per gli scorsi anni, per non abbassare l’elevato livello di sicurezza della balneazione usualmente garantito, per la quasi totalità tramite piani collettivi di salvamento, sulla nostra costa.

Beneficiari

Imprese aventi qualsiasi forma giuridica che:

  • esercitano in Emilia-Romagna, anche in regime di concessione, l’attività di gestione degli stabilimenti e delle strutture balneari marittimi
  • che sostengono le spese del servizio di salvamento, richiesto dalla Ordinanza balneare approvata con la Determinazione del Responsabile del Servizio Turismo, Commercio e Sport n. 4234/2019 e dalla Ordinanza balneare straordinaria approvata con la Determinazione del Responsabile del Servizio Turismo, Commercio e Sport n. 8556/2020, aderendo ad un Piano collettivo di salvamento
  • siano regolarmente costituite ed iscritte nel registro delle imprese presso la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura competente per territorio
  • che non siano in difficoltà, ai sensi del regolamento (UE) n. 651/2014 della Commissione del 17 giugno 2014
  • abbiano una posizione contributiva regolare (DURC)

Entità e tipologia del contributo

Contributo a fondo perduto sino a 4.000 € a torretta.

Presentazione e valutazione delle domande

Le domande dovranno essere presentate esclusivamente in modalità telematica a partire dal 6 ottobre e sino al 20 ottobre 2020.

La procedura di selezione delle domande sarà di tipo automatica e non richiede un’istruttoria di valutazione.

Leggi anche il nostro articolo “Sino a 15.000 euro per gli stabilimenti balneari della Romagna

Open chat