Emilia-Romagna linee guida meno restrittive per bar, ristoranti e pizzerie

65 Views

L’Emilia-Romagna è la prima regione a redigere un protocollo di sicurezza con misure meno restrittive rispetto a quanto previsto dalle raccomandazioni INAIL.

Un protocollo di regole condivise redatto dall’assessorato regionale al Turismo e commercio, in collaborazione con la Direzione generale cura della persona, salute e welfare della Regione, le associazioni di categoria, i sindacati e i Comuni del territorio, nel pieno rispetto delle misure di sicurezza per prevenire il rischio di contagio sia nei confronti dei clienti, sia del personale delle strutture interessate, preservando al tempo stesso le caratteristiche di convivialità e di peculiarità dell’offerta enogastronomica ‘made in Emilia-Romagna.

Cosa prevede il protocollo regionale?

  • Regole generali per tutti gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande

– La Regione punta sulla responsabilizzazione dei clienti nel mantenere comportamenti rispettosi delle misure di sicurezza e prevenzione.

– Gli esercenti dovranno informare i clienti sulle norme da osservare tramite apposita cartellonistica.

– Relativamente alle misure di distanziamento il protocollo regionale riduce la misura minima fra un tavolo e l’altro ad 1 metro ed invita a privilegiare spazi all’aperto.

– Il personale dovrà essere dotato dei necessari DPI (in particolare delle mascherine) ed essere adeguatamente informato e formato.

– Dovranno essere messi a disposizioni postazioni con gel igienizzati e si dovrà provvedere con frequenza alla pulizia delle mani.

Ad ospiti e clienti che ne facciano richiesta dovranno essere messi a disposizione (anche a pagamento) mascherine, guanti e gel igienizzanti.

– Le operazioni di pulizia, disinfezione e sanificazione dovranno avvenire almeno 2 volte al giorno e principalmente per servizi igienici, maniglie, frigoriferi, banconi o altri appoggi e Pos.

  • Regole per la ristorazione

– Dovranno essere affissi appositi cartelli informativi.

– Laddove possibile dovrà essere prevista una entrata e una uscita da porte differenti.

Prenotazione telefonica o digitale con scaglionamento delle presenze

Sconsigliato il servizio di guardaroba salvo sia possibile evitare il contatto fra un indumento e l’altro

Distanza minima fra i tavoli fissata in 1 metro fatta eccezione per soggetti che fanno parte dello stesso nucleo famigliare o che (nel caso di alberghi) alloggino nella stessa stanza.

Privilegiare tavoli all’aperto

– Il personale di sala, ove non sia garantita la misura minima di 1 metro, dovrà indossare la mascherina

Vietati servizi self-service e buffet ma consentito il servizio di selezione di cibi esposti distribuiti dal personale di sala

– Consigliata l’adozione di menu digitali su dispositivi dei clienti diversamente dovranno essere igienizzati i menu ad ogni uso

– La biancheria da tavolo deve essere sostituita ad ogni cambio cliente

– Il tavolo deve essere igienizzato ad ogni cambio cliente

– L’accesso ai servizi igienici dovrà essere contingentato e all’accesso e all’interno dei bagni dovranno essere presenti prodotti igienizzanti per la pulizia delle mani

– Dovranno essere preferiti pagamenti elettronici

– Davanti alle casse potranno essere installati pannelli divisori in plexiglas

  • Bar

– Il servizio a banco deve garantire un distanziamento minimo di 1 metro.

– Tassativamente vietato il servizio fai da te. I prodotti dovranno essere serviti dal personale e possibilmente al tavolo che dovranno anche in tal caso essere posizionati almeno ad 1 metro l’uno dall’altro. I tavoli vanno poi disinfettati ad ogni cambio cliente

– Si incentivano il take away e la consegna a domicilio

Medesime regole della ristorazione per quanto riguarda l’accesso ai locali, i servizi igienici, i sistemi di pagamento.

– Le stesse regole applicate agli spazi interni devono essere osservate per quelli esterni in particolare con riferimento al distanziamento dei tavoli e la loro disinfezione.

  • Asporto e consegna a domicilio

– I cibi da asporto devono essere confezionati in contenitori monouso e accuratamente chiusi e devono essere consegnati nel rispetto della distanza minima di 1 metro.

– Al momento della consegna personale di servizio e clienti dovranno indossare guanti monouso e mascherina.

– Per le consegne a domicilio, su ordinazione telefonica o tramite web, gli addetti dovranno indossare mascherina e guanti monouso e nell’atto di consegna dovranno rispettare la distanza minima di 1 metro.

– Anche in questo caso dovranno essere preferiti pagamenti elettronici all’atto dell’ordinazione.

– Se il pagamento avviene in contanti o tramite Pos portatile l’operatore dovrà provvedere alla disinfezione delle mani e del Pos ad ogni operazione.

 

 

 

 

 

 

 

Open chat
Powered by