Emilia-Romagna, 3.000 euro a fondo perduto per le strutture ricettive della montagna

1 View

La Regione Emilia-Romagna intende sostenere le imprese dell’appennino che gestiscono attività ricettive turistico alberghiere ed extralberghiere anche all’aria aperta che hanno fortemente risentito del blocco dei flussi turistici a causa dell’emergenza Covid-19.

Soggetti beneficiari

Possono essere beneficiari dei contributi previsti dal presente bando le imprese, aventi qualsiasi forma giuridica, che, al momento della domanda di contributo esercitano, le seguenti attività previste nell’articolo 4, comma 6, lettere a) e b), comma 7, lettere a) e b) e comma 8, lettere b), c), d) ed e) della L.R. n. 16/2004:

  • egstione di strutture ricettive alberghiere, con esclusivo riferimento alle attività di gestione di alberghi e residenze turistico alberghiere
  • gestione di strutture ricettive all’aria aperta, con esclusivo riferimento alle attività di gestione di campeggi e villaggi turistici
  • gestione di strutture ricettive extralberghiere, con esclusivo riferimento alle attività di gestione di ostelli, rifugi alpini, di rifugi escursionistici e di affittacamere

Le imprese sopra indicare devono:

  • avere avuto, nel periodo ricompreso tra il 1° marzo 2020 e il 31 maggio 2020, un calo del fatturato pari o superiore al 30% rispetto al fatturato dello stesso periodo del 2019
  • essere regolarmente costituite ed iscritte nel registro delle imprese e/o repertorio delle attività economiche (REA) presso la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura competente per territorio;
  • gestire una delle strutture in uno dei comuni montani dell’Emilia-Romagna indicati nell’Elenco Comuni
  • non essere in difficoltà, ai sensi del regolamento (UE) n. 651/2014 della Commissione del 17 giugno 2014 che dichiara alcune categorie di aiuti compatibili con il mercato interno in applicazione degli articoli 107 e 108 del Trattato sul funzionamento dell’Unione Europea, alla data del 31 dicembre 2019

Entità e tipologia dell’agevolazione

Contributo a fondo perduto nella misura massima di € 3.000, in base alla disponibilità delle risorse, rapportata al numero complessivo di domande presentate e ritenute ammissibili.

Presentazione della domanda

 La domanda dovrà essere presentata esclusivamente in modalità telematica dal 13 ottobre al 27 ottobre 2020.

Valutazione delle domande

Procedura valutativa a sportello. Sarà rilevante l’ordine cronologico di deposito della domanda.

Open chat