Decreto Ristori bis: nuovi indennizzi per le imprese danneggiate dalle restrizioni

438 Views

Il Consiglio dei Ministri dovrebbe esaminare già nella giornata odierna un nuovo decreto che consenta l’erogazione immediata di ulteriori ristori.

A seguito delle nuove restrizioni previste dal Dpcm 3 novembre il Governo intende ripescare alcune categorie escluse dagli indennizzi del Decreto Ristori. Pare che tra le categorie che beneficeranno del ripescaggio vi siano fra le altre anche agenzie di viaggio, tour operator, trasporti turistici ambulanti, produttori di abiti da cerimonia, imprese del settore degli spettacoli pirotecinici.

Il fondo per i nuovi aiuti pare ammonti a 2 miliardi di euro.

Le prime ipotesi prevedono sostegni economici alle attività direttamente interessate da misure nazionali ed integrazioni dei ristori già disposti nei giorni scorsi per le imprese ora colpite anche da provvedimenti inerenti la loro scala cromatica regionale di appartenenza (zona rossa).

Fra gli obiettivi vi è anche quello di indennizzare le categorie indirettamente colpite dalle restrizioni (es. indotti, filiere, grossisti).

Gli indennizzi saranno erogati direttamente e in via automatica sul conto corrente del beneficiario.

Ancora da stabilire invece i criteri di assegnazione e quantificazione del ristoro.

Si ipotizza un primo contributo automatico a forfait semplicemente sulla base del codice Ateco e un successivo saldo sulla base dell’effettivo calo di fatturato nel periodo interessato dalla chiusura.

Pare si abbandoni il parametro di confronto delle perdite di fatturato aprile 2019/2020 e si introduca un nuovo criterio parametrato su una perdita di fatturato su base semestrale.