Dalla Regione Contributi per Imprese con Lavoratori Disabili

139 Views

L’Agenzia regionale per il lavoro attraverso il Fondo Regionale per l’occupazione delle persone con disabilità intende favorire l’adeguamento dei posti di lavori delle persone con disabilità.

Beneficiari

Potranno presentare richiesta di contributo i datori di lavoro, privati e pubblici anche non obbligati ai sensi della L.68/99, con sede legale e/o operativa – cui si riferisce l’intervento di adattamento – in Emilia-Romagna. Il datore di lavoro, se obbligato, deve risultare ottemperante, sia al momento della presentazione della domanda che al momento della eventuale erogazione del contributo.

Spese ammissibili

Potranno essere presentate richieste di contributo per interventi di adeguamento del posto di lavoro alle limitazioni funzionali della persona con disabilità con riduzione della capacità lavorativa superiore al 50%. 

In particolare

  • acquisizione (acquisto/noleggio/leasing) di attrezzature e dotazioni strumentali dedicate
  • eliminazione di barriere architettoniche (compreso lavori edili, adeguamento impianti)
  • acquisizione di particolari apparecchiature hardware e software o altro necessario
  • acquisizioni o trasformazioni tecniche dei centralini finalizzate alla possibilità d’impiego dei non vedenti
  • acquisizione di dispositivi per la messa in sicurezza dei luoghi di lavoroin relazione all’emergenza Covid-19, 
  • attivazione di postazioni di lavoro a distanza di telelavoro o smart working anche in funzione dell’emergenza sanitaria Covid-19, 
  • consulenza per l’adozione e la realizzazione di una soluzione ragionevole nella misura massima del 15% o del totale del contributo richiesto 

Gli interventi dovranno interessare sedi di lavoro ubicate nel territorio dell’Emilia-Romagna e dovranno riferirsi a: 

Adeguamenti finalizzati al mantenimento del posto di lavoro per lavoratori disabili già in forza ai sensi della Legge n. 68/99 

  • realizzati a partire dal 01 gennaio 2020; 
  • realizzati dal 23 febbraio 2020 se riferiti ad interventi legati all’emergenza sanitaria Covid-19 o da realizzare; 
  • da realizzare e/o in via di progettazione 

In questi casi il lavoratore deve risultare in forza al datore di lavoro richiedente sia al momento della presentazione della domanda che della erogazione del contributo; 

Adeguamenti finalizzati ad effettuare assunzioni (a tempo indeterminato o a tempo determinato di almeno 12 mesi), di lavoratori iscritti al collocamento mirato L. 68/99 o lavoratori disabili rientranti in altre categorie riconosciute rilevanti ai fini della legge n. 68/99, comprese le trasformazioni a tempo indeterminato di un rapporto a termine, in via di progettazione; 

In questo caso il lavoratore deve essere già stato individuato e disponibile ad essere assunto al momento di presentazione della domanda, e deve risultare assunto al momento dell’erogazione del contributo. 

Il datore di lavoro potrà presentare richiesta di contributo per interventi relativi anche a più lavoratori

Agevolazione

Contributo a fondo perduto nelle seguenti misure: 

  • 80% per datori di lavoro pubblici e privati obbligati alle assunzioni ex L. 68/99 sino ad un massimo di 25.000 euro
  • 95% per datori di lavoro pubblici e privati non obbligati alle assunzioni ex L. 68/99 sino ad un massimo di 25.000 euro

Le spese per le acquisizioni o trasformazioni tecniche dei centralini telefonicifinalizzate alla possibilità d’impiego dei non vedenti e la fornitura di strumenti adeguati all’espletamento delle mansioni di centralinista telefonico saranno rimborsate per intero.

Presentazione delle domande

Le domande dovranno essere presentate esclusivamente in modalità telematica entro il 31 dicembre 2021 salvo chiusura anticipata per esaurimento fondi.

Le domande saranno istruite seguendo l’ordine cronologico di arrivo.

Per maggiori informazioni è possibile contattare l’Ufficio Bandi Conflavoro scrivendo a: ufficiobandi@conflavoro.re.it.

Open chat