Dal Ministero Contributi per Agenzie Viaggio e Tour Operator

105 Views

Il Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo in attuazione del D.M. 12 agosto 2020 destina il fondo di cui all’art. 182, comma 1, del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, convertito con modificazioni dalla legge 17 luglio 2020, n. 77 al sostegno delle agenzie di viaggio e dei tour operator, a seguito delle misure di contenimento del COVID-19.

Chi sono i soggetti beneficiari?

Agenzie di Viaggio e Tour Operator che, al momento della presentazione dell’istanza, esercitano attività di impresa primaria o prevalente identificata dai codici ATECO 79.1, 79.11 e 79.12 .

Quali requisiti devono possedere i beneficiari?

  • essere iscritti presso il Registro Imprese della Camera di Commercio competente per territorio con uno dei codici Ateco sopra indicati
  • essere un’ impresa attiva e non avere procedure concorsuali in corso
  • avere sede legale in Italia
  • essere in regola con gli obblighi di protezione in caso di insolvenza o fallimento, previsti dal decreto legislativo 23 maggio 2011, n. 79
  • non essere destinatari di sanzioni interdittive ai sensi dell’articolo 9, comma 2, del decreto legislativo 8 giugno 2001, n. 231
  • essere in regola con gli obblighi in materia previdenziale, fiscale, assicurativa (es. DURC)
  • assenza di condizioni ostative alla contrattazione con le pubbliche amministrazioni

Qual è l’ammontare del contributo?

L’ammontare del contributo a valere sul fondo di cui all’articolo 182, comma 1, del decreto-legge n. 34 del 2020 è determinato applicando una percentuale alla differenza tra l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi dal 23 febbraio 2020 al 31 luglio 2020 e l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del corrispondente periodo del 2019 come segue:

  • 20% per i soggetti con ricavi non superiori a 400 mila euro nel periodo d’imposta precedente a quello in corso alla data di entrata adozione del presente decreto;
  • 15% per i soggetti con ricavi superiori a 400 mila euro e fino a un 1 milione di euro nel periodo d’imposta precedente a quello in corso alla data di entrata adozione del presente decreto;
  • 10% per i soggetti con ricavi superiori a 1 milione di euro e fino a 50 milioni di euro nel periodo d’imposta precedente a quello in corso alla data di entrata adozione del presente decreto;
  • 5% per i soggetti con ricavi superiori a 50 milioni di euro nel periodo d’imposta precedente a quello in corso alla data di entrata adozione del presente decreto.

Il contributo integra il contributo a fondo perduto eventualmente ricevuto ai sensi dell’articolo 25 del decreto-legge n. 34 del 2020; di conseguenza, la base di calcolo per la determinazione del contributo viene calcolata al netto del contributo a fondo perduto eventualmente riconosciuto ai sensi del citato articolo 25.

Il contributo non può comunque superare la differenza tra i ricavi del 2019 e quelli del 2020 nel periodo considerato.

Come avviene l’erogazione del contributo?

L’erogazione dei contributi è disposta dalla Direzione generale Turismo entro 30 giorni dal termine di presentazione delle domande.

Qualora il totale teorico dei contributi da erogare sia superiore all’ammontare delle risorse disponibili la Direzione generale Turismo provvede al ricalcolo proporzionale per tutti i richiedenti ammessi.

L’erogazione del contributo ai beneficiari è effettuato subordinatamente alla verifica della regolarità contributiva dell’impresa e alla verifica inadempimenti ai sensi dell’art. 48 bis del d.P.R. 601/1973, secondo le disposizioni vigenti.

L’erogazione del contributo di cui al presente Avviso è subordinata alle disponibilità presenti in bilancio.

La concessione del beneficio è subordinata alla previa autorizzazione della Commissione europea ai sensi dell’articolo 108, paragrafo 3 del Trattato sul funzionamento dell’Unione europea.

Quando e come si può presentare domanda di contributo?

A partire dal 21 settembre 2020 (ore 10:00) e fino al 9 ottobre 2020 (ore 17:00) unicamente a mezzo dello sportello telematico ministeriale.

Per la presentazione della domanda occorre che il legale rappresentante dell’impresa richiedente sia munito di CNS o SPID.

 

Per maggiori informazioni e assistenza nella presentazione della domanda il nostro ufficio bandi è contattabile al numero 0522.506367 o all’indirizzo ufficiobandi@conflavoro.re.it.

 

 

Open chat