Coronavirus, piano da 25 miliardi: CIG per tutti, stop tasse, sostegno a sanità, lavoratori e imprese

458 Views

Il governo stanzierà fino a 25 miliardi, non in disponibilità immediata, per un piano più duraturo.

Questo quanto ha annunciato Giuseppe Conte poco fa, con il Consiglio dei ministri ancora in corso, affiancato dal ministro del Lavoro Nunzia Catalfo e dal ministro dell’Economia Roberto Gualtieri.

In particolare, Gualtieri firmerà un primo decreto da 12 miliardi pronto venerdì e sarà audito a breve in parlamento sull’integrazione deliberata oggi da palazzo Chigi. Integrazione che prevede uno scostamento ancora maggiore rispetto a quanto ipotizzato circa il rapporto deficit/Pil con Bruxelles. 

Molti dei principi degli interventi economici contenuti nel prossimo decreto sono stati richiesti con urgenza anche da Conflavoro Pmi, sia nei tavoli appositi sia dopo l’estensione della zona rossa a tutta l’Italia.

Gli interventi riguarderanno il sostegno al Sistema sanitario nazionale, il sostegno al lavoro con la promessa esplicita del governo che nessuno perderà il proprio posto, il sostegno alla liquidità di famiglie e imprese. Ma il decreto riguarderà finalmente anche l’intervento sulle scadenze fiscali, in preparazione del supporto ai territori e alle imprese più danneggiate dal nuovo coronavirus.

Il ministro Catalfo, da par suo, ha assicurato che sta elaborando misure straordinarie come l’allargamento degli ammortizzatori sociali, l’integrazione salariale estesa a imprese da 5 a 10 dipendenti e la cassa integrazione in deroga per tutti i lavoratori di tutto il territorio nazionale.

Previste anche norme per la famiglia, come il congedo parentale speciale o i voucher per baby sitter,nonché norme speciali per i lavoratori stagionali e gli autonomi. In particolare si tratterebbe della sospensione dei contributi assistenziali e previdenziali.