Cig Covid, Conflavoro: “Esclusi assunti dopo 13 luglio, urgente rimediare”

115 Views

Buco normativo, Conflavoro chiede al Governo provvedimento urgente in merito.

Conflavoro Pmi lancia l’allarme sulle coperture temporali della cassa integrazione: a oggi, infatti, sono esclusi dagli ammortizzatori sociali i lavoratori assunti dopo il 13 luglio. Una lacuna normativa cui l’associazione presieduta ha dato subito conto al Governo e all’Inps chiedendo di porvi rimedio con un provvedimento urgente.

Negli scorsi giorni ci sono arrivate numerose richieste da parte delle aziende associate su come comportarsi coi dipendenti assunti in estate durante un periodo vagamente più florido per determinati settori che oggi, però, sono di nuovo purtroppo fermi specie dopo le ultime restrizioni.

Difatti nell’attuale disposizione normativa è presente un vuoto normativo, sicuramente involontario, che lascia privi della tutela degli ammortizzatori sociali i lavoratori assunti dopo il 13 luglio”.

Era accaduto qualcosa di identico già tra febbraio e marzo. Il Cura Italia, inizialmente, tutelava infatti solo i lavoratori a partire dall’entrata in vigore del decreto, il 17 marzo, dimenticandosi della fascia di assunzioni tra il 24 febbraio e il 17 marzo. Anche allora Conflavoro chiese un intervento urgente e la soluzione del Governo, effettivamente, fu immediata.

L’associazione ha provato a far inserire l’emendamento necessario all’estensione degli ammortizzatori già nel decreto Ristori ma era ormai già in fase di ‘bollinatura’.

Conflavoro ha allora prontamente provveduto con formale comunicazione al presidente Conte, ai ministri Catalfo e Patuanelli e al presidente Inps Pasquale Tridico ad evidenziare l’urgenza di provvedere al vuoto normativo del Decreto Ristori, certa che nel primo atto normativo utile tale non intenzionale lacuna sarà colmata.

Leggi la lettera inviata da Conflavoro al Governo

Open chat