La CGUE dichiara invalido il Privacy Shield, come devono comportarsi le imprese?

La Corte di Giustizia UE (CGUE) con la sentenza del 16 luglio 2020 stabilisce l’invalidità dello scudo UE-USA con la conseguenza che il trasferimento di dati da parte delle imprese UE verso gli USA per ragioni commerciali non può più avvenire sulla base del Privacy Shield ossia il sistema previsto per le aziende statunitensi e che prevede l’adozione da parte delle stesse di specifici standard nel trattamento dei dati ricevuti dall’Unione europea.

More…

No al silenzio assenso per la videosorveglianza in azienda

In risposta ad un quesito del Ministero del Lavoro in riferimento ad un’istanza di interpello presentata dal Consiglio nazionale dei Consulenti del Lavoro, in merito alla formazione del silenzio assenso nel procedimento di autorizzazione amministrativa all’installazione e utilizzo di impianti audiovisivi dai quali possa derivare la possibilità di controllo a distanza dei lavoratori il Garante Privacy ha espressamente indicato che non è configurabile l’assenso implicito.

More…

INPS: notifica al Garante in merito al data breach

L’INPS informa gli utenti di avere prontamente notificato il data breach al Garante per la protezione dei dati personali ed assicura che, fin dal momento in cui si è avuta conoscenza della possibilità che vi sia stata violazione di dati personali, sta assumendo tutte le misure atte a porre rimedio alla situazione di rischio, attenuare i possibili effetti negativi e tutelare i diritti e le libertà delle persone fisiche. More…

Coronavirus e la tutela della Privacy nei luoghi di lavoro

A causa dell’emergenza delle ultime settimane, che ha richiesto alle imprese adeguate misure a protezione della sicurezza nei luoghi di lavoro, si è diffusa la prassi di somministrare questionari a lavoratori, clienti, fornitori, visitatori ed in alcuni casi anche quella di sottoporre chiunque si appresti ad accedere alle aree aziendali, ad uno screening della temperatura corporea.

More…

Approvato il piano ispettivo del primo semestre 2020, nel mirino sanità, fatturazione elettronica, food delivery

L’attività di accertamento dell’Autorità, svolta anche in collaborazione con il Nucleo speciale tutela privacy e frodi tecnologiche della Guardia di finanza, riguarderà primariamente i trattamenti di dati svolti nei settori sanità (enti pubblici, società multinazionali del settore farmaceutico e sanitario). 

More…
Open chat