DL Sostegni e Fondo Nuove Competenze – Webinair 23 aprile su Zoom

Dopo il successo della prima tappa, svoltasi virtualmente a L’Aquila ma aperta ad aziende, consulenti del lavoro e professionisti di tutta Italia, il 23 aprile si svolgerà su Zoom la nuova videoconferenza gratuita del percorso di formazione organizzato da Conflavoro Pmi, anche stavolta rivolta a tutti previa iscrizione.‘DL Sostegni e Fondo Nuove Competenze: novità e opportunità in materia di formazione e occupazione’, questo il titolo dell’evento. Tra i relatori, anche l’ex ministro del Lavoro. Nunzia Catalfo. Ricordiamo che i Consulenti del Lavoro, a prescindere dal CPO al quale sono iscritti, partecipando all’intera giornata riceveranno 4 crediti formativi, rilasciati direttamente da Conflavoro entro 30 giorni in qualità di soggetto formatore autorizzato dal CNO CDL e dal ministero del Lavoro.

👉 Consulente del lavoro? Iscriviti qui.

👉 Azienda o altro professionista? Iscriviti qui.

👉 Per il programma dettagliato, clicca qui.

Ospiti molto importanti anche nella seconda tappa, che avrà come ‘base’ Agrigento con gli onori di casa fatti dal presidente del Consiglio provinciale dei consulenti del lavoro, Enrico Vetrano e da Giuseppe Pullara, vicepresidente nazionale di Conflavoro Pmi e segretario regionale della Sicilia. Presenti anche il presidente nazionale dell’associazione, Roberto Capobianco e, come detto, l’ex ministro del Lavoro Nunzia Catalfo.

L’ex ministro del Lavoro Nunzia Catalfo tra i relatori

E sarà proprio la senatrice a dare il la alla giornata di formazione. Catalfo tratterà il Fondo Nuove Competenze che finanzia la formazione dei lavoratori, istituito dal Decreto Rilancio quando al ministero preposto sedeva Nunzia Catalfo, prima promotrice del Fondo. Una bella occasione sostenuta a più riprese da Conflavoro.

Ammortizzatori sociali e la questione FSBA

A seguire, focus sul delicato capitolo degli ammortizzatori sociali. Alessia Novello, consulente del lavoro a Roma, illustrerà le novità in materia Cigo, Fis e Cig in deroga previste dal DL Sostegni. Con lei l’avvocato Francesco Leone, dello studio Leone Fell, che si concentrerà sul ruolo dei fondi di solidarietà in epoca Covid.

Conflavoro Pmi, proprio insieme allo studio di Leone, negli scorsi mesi ha fatto e vinto il ricorso al Tar del Lazio – Roma contro il fondo FSBA e l’illegittimo obbligo di iscrizione allo stesso al fine di richiedere l’integrazione salariale. Partecipando alla videoconferenza del 23 aprile sarà possibile fare domanda specifiche sulla vicenda.

Blocco licenziamenti e Formazione 4.0

Durante la videoconferenza spazio anche al blocco dei licenziamenti. C’è poca chiarezza in merito soprattutto alle (ancora) possibili cause di estinzione del rapporto di lavoro. Ne parlerà a fondo l’avvocato Evangelista Basile, esperto giuslavorista dello studio legale Ichino Brugnatelli. Finale di giornata con l’analisi di Marco Militello, consulente del lavoro a Roma, in materia di formazione 4.0. Militello spiegherà il funzionamento del credito d’imposta per la formazione del personale nel processo di trasformazione digitale e tecnologica dell’azienda.

Come iscriversi

Esistono due modi per iscriversi alla videoconferenza gratuita del 23 aprile. Uno per i consulenti del lavoro, che devono iscriversi sulla propria piattaforma così da ottenere i crediti (erogati entro 30 giorni dalla videoconferenza), e uno per tutti gli altri soggetti. il L’importante è ricordarsi che il link di Zoom sarà inviato ai partecipanti il giorno prima, cioè il 22 aprile, all’indirizzo email utilizzato in fase di registrazione.

Di seguito, i due modi per iscriversi.

👉 Consulente del lavoro? Iscriviti qui.

👉 Azienda o altro professionista? Iscriviti qui.

Scarica il programma dettagliato della videoconferenza

Vaccini in Azienda

Da maggio sarà possibile, su base volontaria di aziende e lavoratori, somministrare i vaccini sul luogo di lavoro. Questo il punto focale del Protocollo di aggiornamento delle misure anti-Covid negli ambienti di lavoro, che aggiorna i precedenti accordi su salute e sicurezza tra governo e parti sociali.

Come funzioneranno i vaccini in azienda

Il Protocollo supera la vaccinazione per fasce di età e, potenzialmente, riguarda tutti i lavoratori perché coinvolge la forza lavoro a prescindere dalla tipologia contrattuale. L’adesione sarà volontaria, come detto, ma di certo c’è che viene esclusa – come prevede già l’ultimo decreto legge emergenziale – la responsabilità penale degli operatori sanitari che, materialmente, saranno impegnati a somministrare il vaccino.

I costi per il datore di lavoro

Si tratta, nella fattispecie, dei medici aziendali. La fornitura dei vaccini sarà a carico dei Servizi sanitari regionali, così come i dispositivi per la somministrazione e gli strumenti formativi e di registrazione delle vaccinazioni previsti. I costi per la realizzazione e la gestione dei piani aziendali, inclusi i costi per la somministrazione, saranno invece a carico del datore di lavoro. Infine,  Se la vaccinazione verrà eseguita in orario di lavoro, il tempo necessario è equiparato all’orario di lavoro stesso.

La riammissione al lavoro dei guariti

Il Protocollo, infine, ribadisce la raccomandazione alle aziende private di utilizzare al massimo, ove possibile, lo smart working. Sottolineata anche la questione di riammissione al lavoro dei dipendenti contagiati e guariti. Avverrà “secondo le modalità previste dalla normativa vigente. I lavoratori positivi oltre il 21esimo giorno saranno riammessi al lavoro solo dopo la negativizzazione del tampone molecolare o antigenico effettuato in struttura accreditata o autorizzata dal servizio sanitario”.

Smart working, baby sitter e congedi, le nuove regole per DaD e Covid

L’ultimo Decreto Legge Covid (DL 30/2021) all’articolo 2 detta le nuove regole in materia di congedi per genitoribonus baby-sitting e smart working fino al 30 giugno 2021, preannunciando peraltro la proroga del blocco licenziamenti già ventilata dal ministro del Lavoro Andrea Orlando. Proroga che, con ogni probabilità, arriverà dunque almeno fino al 30 giugno (la scadenza attuale è il 31 marzo).

More…
Open chat