Ritenute Appalti, sospesi i controlli del committente

La legge di Bilancio 2020 prevede in caso di appalto o subappalti, il cui importo complessivo annuo per il compimento di opere o servizi fosse superiore a 200.000 euro, che i committenti debbano richiedere all’appaltatore, affidatario o subappaltatore – i quali hanno obbligo di rilascio entro 5 giorni dal dalla scadenza del versamento – copia delle deleghe di pagamento delle ritenute fiscali relative ai redditi di lavoro dipendente ed assimilati trattenute dall’impresa appaltatrice, affidataria o subappaltatrice nei confronti dei lavoratori che sono impiegati nell’esecuzione di opere e/o servizi.

More…

Incentivi alle imprese per sanificazione e acquisto di dpi

Fra le agevolazioni introdotte dal decreto Cura Italia (D.L. n. 18/2020, in vigore dal 17 marzo 2020) è previsto uno stanziamento di 100 milioni di euro in favore di imprese e professionisti a  fronte di interventi di sanificazione dei luoghi e degli strumenti di lavoro nonché per l’acquisto di dispositivi di protezione individuali al fine di ridurre il contagio da Covid-19.

More…

Nuova Sabatini 2020 guarda al Sud e al green, ma le risorse scarseggiano

La legge di Bilancio in vigore dal 1° gennaio rifinanzia con mezzo miliardo la Nuova Sabatini540 milioniper la precisione. Lo stanziamento, però, è da intendersi dal 2020 al 2025 compresi: 105 mili0ni nel 2020, 97 milioni annui dal 2021 al 2024 e, infine, 47 milioni nel 2025.Due delle novità riguardano l’abolizione del limite massimo degli investimenti e la possibilità di erogare il contributo in un’unica soluzione se l’investimento non supera i 100 mila euro.

More…

Addio iper e super ammortamento, cosa cambia per le imprese che investono?

Con la legge di Bilancio 2020 (commi 185 e seguenti, legge 160/2019) si estinguono, pur con alcuni distinguo, due importanti incentivi all’investimento in nuovi beni strumentali. Infatti, a partire dal 1° gennaio 2020 e fino al 31 dicembre 2020, le agevolazioni collegate all’iper ammortamento e al super ammortamento lasciano il posto al credito d’imposta, che prevede svariate aliquote dal 6% al 40%.In realtà il credito d’imposta è possibile per gli acquisti di beni strumentali fino al 30 giugno 2021 a condizione che l’ordine sia stato accettato dal venditore entro  il 21 dicembre 2020 e che sia stato pagato almeno il 20% di acconto. Il credito d’imposta si applica alle imprese di tutti i tipi (basta non siano in stato di crisi) e a tutti i regimi fiscali. Dunque anche ai contribuenti forfettari, che non potevano beneficiare del super ammortamento. 

More…
Open chat
Powered by