Bonus Pubblicità

132 Views

La legge di Bilancio conferma il credito d’imposta per investimenti pubblicitari anche per gli anni 2021 e 2022 ma con alcune variazioni.

Beneficiari

·      Imprese

·      Lavoratori autonomi 

·      Enti non commerciali

I beneficiari devono aver già effettuato investimenti pubblicitari, sui medesimi mezzi di informazione (tipologia) nel corso dell’anno precedente a quello in cui si presenta la richiesta del bonus.

Spese ammissibili

Spese sostenute in campagne pubblicitarie effettuate:

  • sulla stampa quotidiana e periodica, anche on line, registrati presso il Tribunale, ovvero presso il ROC, e dotati del Direttore responsabile.
  • sulle emittenti televisive e radiofoniche localianalogiche o digitali, iscritte al ROC

Non sono ammissibili spese di pubblicità web e/o social.

Agevolazione

  • 50% del valore degli investimenti pubblicitari effettuati sui giornali quotidiani e periodici, anche in formato digitale, entro il limite massimo di 50 milioni di euro per ciascuno degli anni,
  • 75% del valore incrementale degli investimenti 2021 rispetto a quelli effettuati sullo stesso mezzo di informazione nell’anno 2020, purché l’incremento sia pari almeno all’1% per investimenti effettuati sul canale “Emittenti televisive e radiofoniche locali, analogiche o digitali” 

Entro il 30 aprile 2021, il Dipartimento per l’informazione e l’editoria pubblicherà sul proprio sito istituzionale l’elenco dei soggetti che hanno richiesto l’accesso all’agevolazione, con l’indicazione del credito d’imposta teoricamente fruibile da ciascun beneficiario.

Dal 1 al 31 gennaio 2022 i richiedenti potranno confermare gli investimenti effettuati con dichiarazione sostitutiva, successivamente verrà pubblicato l’elenco definitivo dei beneficiari e il credito spettante sarà utilizzabile unicamente in compensazione a partire dal quinto giorno successivo alla suddetta pubblicazione.

Presentazione domande

Le domande potranno essere presentate dal 1 marzo al 31 marzo 2021

  • a partire dal 1° e fino al 31 marzo 2021 la prima fase della procedura: comunicazione degli investimenti pubblicitari effettuati o da effettuare nel corso del 2021 e per i quali si richiede l’accesso al credito d’imposta;
  • dal 1° al 31 gennaio 2022 seconda fase della domanda: conferma degli investimenti effettuati, mediante la dichiarazione sostitutiva.

Sarà necessario essere in possesso di SPID o CNS o CIE.

Open chat