Attività Artigianali e Commerciali Ferrara

132 Views

Domande dall’8 marzo 2022. Contributo a fondo perduto fino a 10.000 euro.

L’ente camerale intende fornire il proprio sostegno a favore delle attività artigianali e commerciali della provincia.

Beneficiari

Micro imprese 

Requisiti

  • attività prevalente/primaria di tipo commerciale non alimentare con superficie di vendita inferiore ai 250 mq (commercio di vicinato);
  • Imprese dell’artigianato di servizio e alla persona, artigianato artistico ed altro artigianato alimentare che rientrano nell’ Allegato A del bando (visualizzalo qui);
  • Botteghe Storiche (regolarmente iscritte all’Albo Comunale) a prescindere dall’attività svolta ed a prescindere dalla localizzazione
  • sede legale e/o un’unità locale operativa ubicata nell’area del centro storico nominato “Centro Unesco entro mura”.
  • svolgere attività regolarmente autorizzata e siano attive ed in regola con l’iscrizione al Registro delle Imprese ed al Repertorio Economico Amministrativo (REA) prevista per le relative attività. Le sole imprese costituite in data successiva all’approvazione del presente avviso, da parte del Comune di Ferrara, dovranno risultare iscritte al Registro imprese al momento della domanda, ma potranno essere inattive;

Interventi ammissibili 

  • riqualificazione, ristrutturazione e/o ampliamento delle strutture nelle quali si svolge l’attività, localizzate nel ”Centro Unesco Entro Mura”, e delle relative pertinenze;
  • subentro o subingresso in attività esistenti e localizzate nel ”Centro Unesco Entro Mura”, con contestuale riqualificazione o realizzazione di interventi migliorativi nei locali aziendali;
  • apertura di una nuova localizzazione produttiva, come nuova sede legale operativa, nuova unità locale operativa o trasferimento della sede legale operativa nel ”Centro Unesco Entro Mura”, con contestuale riqualificazione o realizzazione di interventi migliorativi nei locali aziendali. 

Spese ammissibili

Sono ammissibili le spese sostenute nel periodo compreso tra il 1° novembre 2021 ed il 31 ottobre 2022 (data del documento di spesa) per:

  • opere edili, murarie e impiantistiche connesse agli interventi di riqualificazione, ristrutturazione e/o ampliamento delle strutture in cui si svolge l’attività;
  • consulenze di progettazione, direzione lavori e collaudo, ristrutturazione e/o ampliamento delle strutture nelle quali si svolge l’attività (nella misura massima del 10% delle spese di cui alla precedente voce);
  • acquisto di macchinari, attrezzature, impianti opzionali, finiture e arredi funzionali all’esercizio dell’attività e all’offerta o al miglioramento di nuovi servizi e/o prodotti alla clientela, nonché di sistemi per la vendita di prodotti sfusi e di vuoto a rendere;
  • opere o adeguamenti in funzione di maggiore accessibilità/visitabilità dei locali dell’impresa: realizzazione di rampe mobili o fisse di accesso, sostituzione di porta di accesso a battente con porte scorrevoli o ad apertura automatica, installazione montascale, realizzazione di servizio igienico accessibile a persone disabili, ampliamento corridoi, realizzazione di camerini più accessibili (es. appendini in scala ogni 20 cm con altezze da 120 a 160 cm, sistema di chiusura a tenda piombata, posizionamento di ripiano ribaltabile o seduta idonea), realizzazione di pavimentazione antiscivolo, installazione di campanello di chiamata, realizzazione di segnaletica adeguata (con caratteri ingranditi, a contrasto cromatico), etc.;
  • acquisto di dotazioni informatiche (hardware) e strumenti tecnologici (es: gestione magazzino…), acquisto di software e relative licenze d’uso, di servizi di cloud computing funzionali all’esercizio dell’attività e all’offerta o al miglioramento di nuovi servizi e/o prodotti alla clientela, nonché per la realizzazione di siti internet ed e-commerce, compreso restyling o upgrade di un precedente sito ad uno con una nuova sezione comprendente e-commerce/acquisto online, con esclusione delle spese relative alla manutenzione ordinaria, all’aggiornamento e alla promozione;
  • acquisto di attrezzature relative a tecnologia sulla sicurezza e cioè, a titolo esemplificativo: sistemi di allarme, videosorveglianza, antitaccheggio, antifurto, attrezzature per videosorveglianza, etc.;
  • quote iniziali del contratto di franchising, nel limite del 30% del totale dell’investimento complessivamente ammesso;
  • acquisto di beni intangibili quali brevetti, marchi, licenze e know how;
  • acquisizione di servizi di consulenza strettamente connessi alla realizzazione dei progetti e/o richiesti per la presentazione della domanda (nella misura massima del 10% delle spese elencate precedentemente);
  • spese per la prestazione di fideiussione bancaria o assicurativa rilasciata a favore della Camera di Commercio di Ferrara (ente pubblico erogatore del contributo)

Agevolazione

L’agevolazione è in forma di contributo a fondo perduto nella misura del 50% delle spese sostenute e ammissibili,con i seguenti massimali:

  • euro 5.000,00 per gli interventi di riqualificazione o subentro ( primo e secondo punto del paragrafo interventi ammissibili) 
  • euro 10.000,00 per apertura nuova localizzazione produttiva (terzo punto del paragrafo interventi ammissibili)

Presentazione domande 

Le domande possono essere presentate dall’8 marzo 2022 alle ore 12.00 del 9 maggio 2022 salvo chiusura anticipata per esaurimento fondi.