Agevolazione al 40% per Start up innovative

128 Views

La legge di Bilancio 2019, legge 145/2018, aumenta per il  solo 2019, la detrazione per i soggetti Irpef, e la deduzione per i soggetti Ires, dal 30 al 40 per cento, fermi restando, gli altri limiti.

Dispone, inoltre, che la deduzione è aumentata al 50 per cento, sempre per il solo periodo d’imposta 2019, nel caso di acquisizione dell’intero capitale sociale di start up innovative, da parte di soggetti passivi dell’imposta sul reddito delle società, diversi da imprese start up innovative, purchè l’intero capitale sociale sia acquisito e mantenuto per almeno tre anni.

Era già previsto, infatti, dalla Legge di bilancio del 2017 per le persone fisiche e i soggetti assimilati, che conferiscono capitale di rischio in una o più start up innovative, la possibilità di detrarre dall’Irpef dovuta il 30% dei conferimenti in denaro effettuati in sede di costituzione e/o di aumento di capitale, con un limite massimo di investimento annuo fino ad un milione di euro.

Per i soggetti Ires, la legge di Bilancio 2017 stabiliva che non concorre alla formazione del reddito d’impresa il 30% della somma investita, direttamente o a mezzo di organismi di investimento collettivo del risparmio, nel capitale sociale di una start up innovativa. L’investimento massimo deducibile in ciascun periodo di imposta non può superare € 1.800.000 e deve essere mantenuto per almeno due annualità.