Agenzie Viaggio

489 Views

Domande entro il 4 agosto 2021. Contributo fondo perduto fino a 2.500 euro.

La Regione Emilia-Romagna intende dare un ristoro parziale mediante un contributo “una tantum”, alle imprese che hanno sede legale o unità locale in Regione Emilia-Romagna e con CODICE ATECO 79.90.20 “Attività delle guide e degli accompagnatori turistici”, che hanno subito un evidente danno economico a causa dei provvedimenti di restrizione approvati per il contenimento della pandemia Covid-19.

Beneficiari

Imprese regolarmente iscritte al Registro Imprese della Camera di Commercio Industria Agricoltura e Artigianato territorialmente competente, aventi qualsiasi forma giuridica, che svolgono attività di cui al CODICE ATECO 79.90.20che operano nel rispetto delle seguenti disposizioni normative in materia di professioni turistiche: 

  • Legge regionale 1 febbraio 2000, n. 4 “Norme per la disciplina delle attività di animazione e di accompagnamento turistico”; 
  • Legge 6 agosto 2013 n.97 –  Disposizioni per l’adempimento degli obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia all’Unione Europea – Legge Europea 2013 (13G00138)”. 

Requisiti

  • avere sede legale o unità locale in Regione Emilia-Romagna. La sede legale e/o l’unità locale è indicata nella specifica iscrizione effettuata presso il Registro Imprese della Camera di Commercio territorialmente competente. 
  • essere regolarmente iscritte presso il Registro Imprese della Camera di Commercio territorialmente competente, entro la data del 23 febbraio 2020; 
  • svolgere attività d’impresa di guida turistica e/o accompagnatore turistico di cui al Codice ATECO 79.90.20; 
  • essere regolarmente costituite e attive al momento della presentazione dell’istanza. 
  • operare nelle proprie attività d’impresa afferenti a Guida Turistica e/o Accompagnatore Turistico nel rispetto delle norme previste dalla legge regionale n.4 del 2000 e dalla Legge 6 agosto 2013 n.97 Disposizioni per l’adempimento degli obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia all’Unione Europea – Legge Europea 2013 (13G00138)”.
  • svolgere l’attività d’impresa di Guida Turistica o Accompagnatore turistico, nel rispetto delle disposizioni in merito all’obbligo di copertura assicurativa ai sensi del comma 2 dell’art. 3 della L.R. 4/2000 e s.m.i.
  • non devono essere in stato di liquidazione volontaria o sottoposte a procedure concorsuali; 
  • devono essere in regola con gli adempimenti in materia fiscale e contributiva INPS e INAIL (DURC). 
  • avere legali rappresentanti, amministratori, soci e tutti i soggetti indicati all’art. 85 del D. Lgs. 159/2011 e ss.mm.ii., per i quali non sussistano cause ostative 

Con riferimento alla sola attività di cui al Codice ATECO 79.90.20, le imprese nell’anno 2020 devono aver avuto un calo del fatturato pari o superiore al 20% rispetto l’annualità 2019; 

  • ovvero, a prescindere dal fatturato, che siano state attivate nel periodo dal 1/01/2020 al 23/02/2020.
  • ovvero che risultino attivate al Registro Imprese nel periodo compreso tra il 1/1/2019 e il 31/12/2019 e che abbiano subito, rispetto al fatturato registrato nei mesi di attività del 2019, un 

Agevolazione

Il contributo a fondo perduto è riconosciuto nella misura massima di € 2.500 euro.

A seguito dell’istruttoria delle domande ammesse, nel caso in cui non sia possibile ammettere a contributo l’importo massimo per insufficienza delle risorse disponibili, si procede alla ripartizione delle risorse del plafond per il numero delle istanze accettate, determinando il contributo effettivo per ogni beneficiario. 

Cumulo

I contributi previsti nel presente bando sono cumulabili con altre agevolazioni pubbliche, nel rispetto degli eventuali limiti posti da dette agevolazioni. 

Presentazione domande

Le domande possono essere presentate esclusivamente in modalità telematica entro il 4 agosto 2021.