Dall’Inail 250 milioni per la sicurezza di imprese ed enti del Terzo settore

505 Views

I contributi Inail sono destinati alle imprese e ai giovani agricoltori. Cinque i segmenti di interesse. Gli interessati possono presentare domanda dal 19 aprile 2018

Un ricco bando destinato alla sicurezza dei lavoratori

250 milioni per migliorare le condizioni di salute e di sicurezza dei lavoratori di numerosi ambiti. E’ questo il valore economico del nuovo bando Isi finanziato dall’Inail. Lo stanziamento sarà suddiviso in cinque assi, differenziati per tipologia di destinatari e finalità. I soggetti beneficiari possono essere imprese anche individuali nonché enti attivi nel Terzo settore.

I progetti finanziabili

Lo stanziamento a firma Inail è dedicato ai seguenti progetti:

  • Investimenti (Asse 1);
  • Adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale (Asse 1);
  • Riduzione del rischio da movimentazione manuale di carichi (Asse 2);
  • Bonifica da materiali contenenti amianto (Asse 3);
  • Per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività (Asse 4);
  • Per micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria (Asse 5).

Il budget disponibile

Ogni Asse avrà a disposizione un determinato budget e ciascuna azienda avrà un limite di accesso allo stesso. Per quanto riguarda l’Asse 1, il fondo è di 100 milioni di euro. Altri 44 milioni 400 mila euro sono destinati all’Asse 2. Per l’Asse 3 sono previsti 60 milioni di euro. 10 milioni è, invece, la cifra stabilita per l’Asse 4. Infine, per l’Asse 5 il budget si attesta sui 35 milioni di cui 30 milioni (Asse 5.1) alle imprese agricole e 5 milioni (Asse 5.2) ai giovani imprenditori agricoli.

Per i primi tre Assi, i richiedenti possono beneficiare di contributi tali da coprire il 65% delle spese ammissibili dei progetti presentati. L’importo, in ogni caso, rientrerà in un range compreso tra i 5 mila e i 130 mila euro. Il limite del 65% delle spese ammissibili riguarda anche le imprese che fanno domanda relativa all’Asse 2, per il quale il contributo singolo potrà oscillare tra i 2 mila e i 50 mila euro. In ultima istanza, circa l’Asse 5.1 lo stanziamento può coprire il 40% delle spese ammissibili e l’Asse 5.2 il 50%. In entrambi i casi il contributo sarà compreso tra i mille e i 60 mila euro.

Le tempistiche per partecipare al bando

A partire dal 19 aprile le 2018 le aziende interessate potranno inserire la propria domanda telematica attraverso la sezione Accedi ai servizi online del sito Inail. Sempre lì sarà possibile anche effettuare simulazioni relative al progetto da presentare e verificare il raggiungimento della soglia di ammissibilità.

Per accedere alla sezione l’impresa deve essere in possesso delle credenziali di accesso ai servizi online, che possono essere ottenute effettuando la registrazione sul portale Inail almeno due giorni lavorativi prima della chiusura della procedura informatica per la compilazione della domanda. Le imprese potranno presentare domanda fino alle ore 18 del 31 maggio 2018.

Per visualizzare il bando in versione integrale clicca qui.